Ancora un caso di violenza alle donne. Picchiata, ingiuriata e minacciata.

Non si ferma la violenza alle donne. I carabinieri della stazione di Montesarchio hanno tratto in arresto un 51 di Pannarano, per maltrattamenti, percosse e minacce alla moglie. L’uomo, da oltre un anno, maltrattava la compagna con la quale conviveva ingiuriandola, picchiandola, minacciandola di morte. Il tutto sotto l’effetto di alcol e davanti al figlio minore.

Gli inquirenti hanno accertato anche che, nel dicembre del 2018, il 51enne aveva aggredito la donna ed il bambino causando alla prima lesioni guaribili in dieci giorni per «ematomi al cuoio capelluto e ferite multiple alla mano destra» e al secondo cinque giorni di prognosi.

Dopo una serie di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, il giudice per le indagini preliminari ha ritenuto sussistessero le esigenze cautelari poiché «l’arroganza, l’aggressività, l’indole violenta e l’assenza totale di capacità di autocontrollo da parte dell’indagato in occasione dei fatti causa sono tali da far ritenere pressoché certo che lo stesso possa commettere altri reati della stessa specie di quelli per i quali si procede, con conseguente aggravamento della situazione». L’uomo si trova attualmente presso la casa circondariale di Benevento.

author