AUTOMOBILISTA NON RISPETTA IL SEMAFORO PROVOCA UN INCIDENTE IN CUI RIMANE FERITA ANCHE UNA DONNA.

ARRESTATO DAI CARABINIERI POICHE’ TROVATO POSITIVO ALL’ALCOOL E AI STUPEFACENTI.

Ieri pomeriggio, in territorio di Forchia, lungo la strada Statale 7 Appia, località Sant’Alfonso si
verificava un incidente stradale a causa del mancato rispetto dell’impianto semaforico. Infatti, il
conducente di un’autovettura Mercedes C 220, mentre percorreva la citata statale in direzione Caserta, non si fermava al rosso imposto dal semaforo e collideva con una Renault Clio, che proveniva in direzione perpendicolare. All’incidente, oltre ad altri automobilisti di passaggio assisteva un maresciallo dell’Arma, della Stazione di Valle di Maddaloni che, libero dal servizio, dopo aver avvisato telefonicamente la Centrale Operativa di Montesarchio dell’accaduto e poichè il conducente della Mercedes che aveva provocato l’incidente stava fuggendo per le strade circostanti, con la sua auto personale si è posto al suo inseguimento riuscendo a bloccare il fuggitivo, dopo qualche chilometro, in territorio di Rotondi nella in provincia di Avellino. Nel frattempo, il personale del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Montesarchio, giunto sul posto, constatava che l’autore dell’incidente, un 36enne di Cervinara (AV), era rimasto ferito cosi come la donna che era alla guida della Renault, pertanto venivano soccorsi e trasportati da personale sanitario del 118 presso il locale Ospedale “San Pio”, ove ricevevano le cure del caso per lesioni riportate e dimessi. Successivamente, al termine degli opportuni accertamenti, nella serata, i militari, oltre a contestare al conducente della Mercedes le infrazioni al Codice della Strada, poiché trovato positivo ai relativi test, lo traevano in arresto in quanto ritenuto responsabile di guida in stato di ebrezza alcolica e sotto l’influenza di stupefacenti.
L’auto Mercedes è stata posta sotto sequestro, mentre l’arrestato, su disposizione del Sostituto
Procuratore di turno della Procura della Repubblica di Benevento, è stato accompagnato presso la propria abitazione di Cervinara, in regime di detenzione domiciliare.
author