Bomba su vano motore di auto: intimidazione a padre e figlio

Avvertimento o tentativo fallito. Resta tutta da chiarire il gesto intimidatorio ai danni di padre e figlio, rispettivamente di 47 e 25 anni, di Moiano, finiti nel mirino degli attentatori. Il fatto è accaduto in via dei Papi, a Moiano paesino della Valle Caudina, dove le i malviventi hanno collegato l’ordigno sulla Renault Megane di proprietà del 47enne, muratore, ma in uso anche al figlio. È stato proprio quest’ultimo, il figlio, ad accorgersi della bomba lasciata in bella vista tra il vano motore ed il parabrezza. Scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Montesarchio che hanno ascoltato i due malcapitati ed avviato le indagini. Successivamente, a Moiano si è reso necessario l’intervento degli artificieri di Napoli che hanno prelevato l’ordigno che poi è stato fatto esplodere in una zona sicura.

author