COLDIRETTI BENEVENTO, “BENE PRIME ADESIONI AL NO CETA”

Arrivano le prime risposte positive all’invito di Coldiretti, rivolto alle amministrazioni comunali, di schierarsi contro il Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement), l’accordo economico e commerciale globale tra Unione europea e Canada che rischia di travolgere le produzioni a denominazione e legate al territorio campano. “Gli amministratori del nostro territorio – ha dichiarato il presidente di Coldiretti Benevento e Campania, Gennarino Masiello – hanno ben capito che l’accordo comprometterebbe l’economia agricola del Sannio: il Canada è il principale esportatore di grano in Italia e l’introduzione del Ceta potrebbe provocare un crollo del prezzo di quello italiano per via dell’azzeramento strutturale dei dazi per l’importazione. Stesso discorso per la carne di manzo e suina. Il trattato riconosce solo la mozzarella di bufala, ma rischiano di finire nel gioco commerciale delle imitazioni e dei falsi prodotti identitari, che rappresentano un pezzo importante dell’economia e delle comunità rurali, 13 Dop e 9 Igp regionali: dall’extravergine alle carni, dai formaggi agli ortaggi, dai pomodori alla frutta”.

author