Comune: ancora un flop, Benevento esclusa dalla fase finale di Capitale della Cultura.

Dispiace e non poco che Benevento sia stata esclusa, ancora un flop ancora uno “schiaffo” una “mortificazione”. I flop continuano a go go certo è che non si poteva prendere in considerazione una città che si propone come Capitale della Cultura quando si organizzano solo eventi di periferia, calci in culo  e ruota panoramica sotto la Rocca dei Rettori. Fino a quando questa amministrazione non riuscirà a comprendere il suo reale valore amministrativo i risultati non potranno essere che questi.

Né Benevento né Telese Terme. Entrambe non rientrano nell’elenco delle dieci città finaliste per il titolo di “Capitale italiana della cultura 2020”.

A comunicarlo è una nota del Ministero dei Beni culturali, il dicastero guidato da Dario Franceschini, dove si precisa come le città della “short list” siano arrivate in finale “superando le altre 21 candidate al bando dello scorso maggio”.

Superano il turno: Agrigento, Bitonto, Casale Monferrato, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso. Sfuma quindi l’eventualità, per Benevento e Telese Terme, di ricevere il contributo statale di un milione di euro per “mettere in mostra la loro vita e il loro sviluppo culturale”, con l’obiettivo di “valorizzare i beni culturali e paesaggistici” e di “migliorare i servizi rivolti ai turisti”.

 

 

author