Comune di Sant’Agata de’ Goti: Carmine Valentino, amministrazione con piglio giusto. Avanti così.

“Mesi importanti. Mesi impegnativi di una sfida nuova, stimolante,  piena di difficoltà dove è prevalsa e dovrà sempre prevalere, la responsabilità del ruolo che siamo tutti chiamati a svolgere, senza timore e senza pregiudizi, ma semplicemente con atti ed azioni costruttive e propositive, mai abdigando al confronto ed alla centralità della Politica.

Il Sindaco Piccoli con l’esecutivo, fermo restando i  tempi di assestamento fisiologici, – scrive il capogruppo ‘SiAmo Sant’Agata’, Carmine Valentino – sta operando con grande impegno ed equilibrio. La centralità del Consiglio Comunale è e sarà comunque fondamentale:  luogo deputato al confronto, alla  proposta e al dibattito, patrimonio che  tutti dovremmo impegnarci a garantire, così come in passato, in particolare sulle grandi questioni di interesse collettivo, per le sue competenze, dovrà fornire il proprio contributo a supporto dell’azione del Sindaco e dell’esecutivo sulle varie problematiche, da quelle strettamente proprie dell’Ente come il risanamento finanziario,  a quelli più di carattere strategico di governance territoriale, legate sia alle opportunità ma anche alla salvaguardia di un contesto che ha negli anni raggiunto  centralità e protagonismo.

Come per i servizi sanitari, così come per i grandi temi dello sviluppo, delle infrastrutture materiali ed immateriali, delle innovazioni tecnologiche, alle attività di pianificazione e programmazione propedeutiche alla Agenda 2021/2027, la sfida è stata lanciata: dobbiamo essere sempre e comunque protagonisti del presente con un occhio al futuro e alle sue opportunità, per i giovani, per il terziario, per il settore primario, per i più deboli, per tutte quelle iniziative a supporto di una piena valorizzazione del nostro contesto socio economico e territoriale, sotto tutti i punti di vista. Con consapevolezza e fiducia.

Bisogna mantenere costante – aggiunge – l’impegno verso il futuro dei servizi di assistenza sanitari  presenti nel PO “Sant’Alfonso Maria de Liguori” della A.O. San Pio e l’attenzione  del sindaco Piccoli nei primi mesi del suo sindacato lo stanno dimostrando. Così come in passato, l’attenzione rimarrà sempre alta, anche verso i servizi di competenza della Asl Benevento presenti sul nostro territorio, così come anche verso le attivita sanitarie erogate dalla sanità convenzionata del CMR, per quest’ultimo legati alle comuni preoccupazioni per le incertezze sul suo futuro per la  complessa situazione societaria che vive. Sui temi dell’ambiente e della salute pubblica, poi, continueremo in un azione amministrativa mai equivoca, sempre chiara ed incisiva; in questo momento siamo come gruppo consiliare a fianco del Sindaco sulla vertenza  legata alla “procedura per il rilascio della concessione estrattiva” in sito a località Fossa delle Nevi in comune di Durazzano, confinante con il nostro territorio comunale e che già da anni ci vede impegnati in una attività di forte opposizione a tale sciagurata ipotesi.

Il nostro fermo e deciso NO a tale ipotesi di attività estrattiva non è pregiudiziale, ma è legato al buon senso ed a ragioni che hanno fondamento in principal modo nelle pericolose negative ricadute ambientali, naturalistiche ed ai danni alla salute pubblica per le  comunità interessate. Il Parco Urbano “Dea  Diana” Est Tifatino, chiamato ancora una volta in causa in queste ore, consentirà, ne sono certo, un’azione di coordinamento tra i Comuni interessati, così come già accaduto in  passato, con posizioni che non potranno non essere trascurate e tenute in considerazione dai preposti livelli decisionali, sensibilizzano a riguardo il mondo associativo, oltre alle popolazioni interessate; una strategia istituzionale condivisa, politica ed anche giudiziaria a difesa delle prerogative delle nostre comunità va perseguita sempre e garantita. Senza speculazioni, con fermezza!

Bisognerà subito chiedere, nelle more della definizione del giudizio al Consiglio di Stato sull’appello della sentenza del TAR, la sospensione in autotutela dell’Avviso Pubblico avviato dal Genio Civile di Benevento: questo come primo passo. Il tema della conoscenza alla base sempre delle legittime rivendicazione di una Comunità: così come la individuazione dei giusti percorsi per un confronto serio come per la richiesta della minoranza di un Consiglio Comunale sul ‘No’ alla sperimentazione e/o installazione del 5G.a riguardo , il presidente del consiglio comunale Della Peruta mi ha già anticipato che alla prima riunione dei Capigruppo sarà sottoposta tale istanza, che ci vede favorevoli a discuterne con un doveroso approfondimento, con serietà e senza azioni  populistiche e allarmistiche. Su certi argomenti l’approccio è fondamentale, nonché sostanziale.

L’argomento – continua Valentino – è serio e trova sensibile tutti, ma mi sa tanto che la proposta formulata dalla minoranza Consiliare, come quella sulla gestione dello stadio comunale “U. Ievoli”, più che a un bisogno vero e sentito della intera  Comunità  di discutere ed approfondire  sull’argomento, risponda a qualche richiesta di “autorevoli e grandi ” suoi sostenitori che la minoranza vuole soddisfare. Cosi come per la “problematica legata alla gestione dello “U. Ievoli “, mi permetto solo constatare (senza polemica), come il clamore  mediatico creato nella fase pre consiglio comunale non abbia, per qualcuno si intende, avuto lo stesso “spazio ed attenzione” mediatico  sull’esito del dibattito  e sulle  determinazioni del Consiglio Comunale per il medesimo  argomento trattato. Noi siamo sempre pronti al confronto, in modo responsabile, anzi siamo convinti che senza pregiudizi, si possa anche valutare, sull’argomento specifico, fatta una analisi anche sotto i profili tecnico scientifici, di promuovere una azione conoscitiva delle varie sensibilità con un quesito di carattere più ampio, legato alla “Tecnologia 5G”, per conoscere l’opinione di tutta della  cittadinanza, non escludendo, anche, l’istituto referendario promosso a livello locale secondo il nostro Statuto. Insomma, con trasparenza e partecipazione, evitando disinformazione ed escludendo processi di regresso dovuti a frettolose ed approssimative conclusioni. Questo il corretto approccio.

Infine, vorrei sottolineare che come nel recente passato, – conclude Valentino – bisognerà sempre valutare e cogliere le opportunità costruendo  progettualità innovative, senza improvvisazione ma con una  programmazione partecipata, questa la grande e vera sfida da portare avanti. Con coraggio, metodo e determinazione che certamente non mancano a questa Amministrazione”.

author
No Response

Leave a reply "Comune di Sant’Agata de’ Goti: Carmine Valentino, amministrazione con piglio giusto. Avanti così."