Giornata contro la violenza delle donne. Se ne discusso a Vitulano con Adriana Esposito.

Questo il tema di un interessantissimo ed affollatissimo incontro che ha avuto luogo a Vitulano, in occasione della Giornata contro la violenza alle
donne, organizzato da #AvantiDonne di Vittoria Principe con la referente della Valle Vitulanese Enza D’Afflitto.

I lavori sono stati introdotti dal consigliere comunale delegato alle Pari opportunità del Comune, Emanuele Calabrese, coadiuvato dal Vice sindaco, Francesco Antonio Iannella.
Le relazioni centrali sono state di Anna Maria De Michele, assistente sociale e Natascia Perone, criminologa che hanno rispettivamente spiegato il ruolo dell’assistente sociale e l’esperienza delle operatrici dei centri anti violenza in tema di accoglienza alle donne vittime di abusi familiari.
Toccante e significativa la testimonianza di Adriana Esposito, madre di Stefania Formicola vittima di femminicidio. La Esposito ha rimarcato con forza l’importanza della testimonianza, quale utile strumento per invogliare alla denuncia, al coraggio di denunciare. Forte l’appello di Adriana: ”Donne non andate all’ultimo appuntamento, mia figlia ci ha rimesso la vita”
I lavori sono stati conclusi da Vittoria Principe, coordinatrice di #AvantiDonne che ha sostenuto con forza le ragioni della denuncia, il coraggio delle donne, l’aiuto alle stesse con leggi giuste ed opportune che l’attuale governo giallo verde rischia di ridurre sensibilmente, le buone pratiche in materia della Regione Campania e l’impegno di un “terzo
settore” sempre più attivo ed a volte significativamente suppletivo.
Al termine della serata Susanna Cerulo, poetessa e scrittrice, di Vitulano ha dedicato un pensiero alle donne.​ E’ stato poi proiettato il film “L’amore rubato”

author