Gran confusione a Palazzo Mosti. Allo sbando anche sull’ambiente.

E chi ci smentisce ora! Seduti allo stesso tavolo parlano due lingue “diverse”: L’assessore De Nigris critica lo spazzamento della città, Mastella Sindaco elogia Madaro dell’ASIA”. Ora Mastella sia conseguenziale e gli ritiri le deleghe.
Sarà la stanchezza, l’intenso ritmo politico oppure la testa sempre rivolta alla risoluzione dei problemi della città, ma qui, come si dice dalle nostre parti, “ se bruogliene e lengue”, della serie si sovrappongono i discorsi e non si capisce nulla.

Seduti allo stesso tavolo a Palazzo Paolo V, intervenuti ad un convegno sull’ambiente con altri invitati, vi erano anche l’assessore al ramo del Comune di Benevento, Rag. Luigi De Nigris ( per capirci colui che ha condiviso il taglio degli alberi al Viale Atlantici, altrimenti è difficile spiegarlo ai nostri lettori ) ed il Sindaco pro tempore Mario Clemente Mastella, originario di Ceppaloni. Si è parlato di ambiente delle problematiche relative ad esso e di come affrontarle. Nel suo intervento l’Assessore all’ambiente Rag. Luigi De Nigris ha dichiarato, stando a quanto riporta la stampa, vedi gazzettabenevento.it riguardo lo spazzamento delle strade ha insistito: A noi interessa il risultato e su questo aspetto della complessa vicenda rifiuti siamo particolarmente deboli. Non è da escludere affatto che questo servizio possa essere tolto all’Asia ed affidato a privati”. Queste, parole e musica, direbbe qualcuno, dell’attivissimo assessore comunale. E’ un suo pensiero detto alla presenza di Madaro dell’ASIA, che viene ripreso per non garantire un servizio dovuto alla città e quindi l’assessore gli rimbrotta così” vedi che ti possiamo togliere il servizio e affidarlo ad altra azienda”. Di li a poco interviene il Sindaco pro tempore Mastella ed esordisce all’esatto opposto lodando l’azione sin qui svolta da Madaro, una persona che egli ha scelto pur non conoscendola,” anzi mi dicono che mi votasse anche contro e qui, visto come si è votato, dovrei mandare via tutti… Benevento – ha ripreso Mastella, è tra le più pulite città del Mezzogiorno. Occorre inculcare l’educazione civica nei ragazzi delle scuole ma io nel frattempo che faccio, aspetto?” Lodare Madaro, aggiungiamo noi significa riconoscimento dell’ottimo lavoro che svolge all’ASIA, quindi anche dello spazzamento. E allora perché il Rag. Assessore De Nigris afferma che il servizio può anche essere tolto all’ASIA e affidato all’esterno? Perché c’è qualcosa che non sappiamo? Sono Sindaco e Assessore della stessa giunta possibile che non si parlino per adottare una linea univoca. Il problema ambientale è di difficile interpretazione e risoluzione, è materia delicata, e allora visto che le letture di pensiero sono opposte, ora Sindaco non lasci sempre l’opera a metà, incompiuta e revochi le deleghe al Rag. De Nigris e le affidi ad un competente del settore e che la linea sia sempre condivisa e unica. Già la città vive quello scempio al Viale degli Atlantici dove non si è capito più nulla sulla presenza e taglio degli alberi. Ed è stato lasciato tutto al caso. E per non parlare dell’erbaccia che ha invaso la città in ogni dove. Marciapiedi impercorribili, arbusti che invadono i percorsi pedonali, insetti ed animali che si insidiano tra le alte erbacce. Questo è il vero problema della città, Ragioniere De Nigris, non solo lo spazzamento. Con questa scarsa programmazione e pulizia della città oltre che renderla indegna, indecorosa, sporca, essa è anche dannosa per la salute e l’igiene. Di questo dovrebbe interessarsi il Ragioniere Assessore. La città aspetta un suo risultato altrimenti non resta altro che ripeterLe come diceva il buon De Curtis “ ma ci faccia il piacereeeeeee”. Il Sindaco è stanco e vuole andare via? Almeno così ha dichiarato. Lo faccia, ma per cortesia si doti di un governo di forte competenza e decisionista prima di lasciare il Palazzo.
Questa vicenda sarà argomento di approfondimento nella nuova trasmissione di ELLETV “E’ TUTT’ N’ATA STORIA” in onda ogni lunedì alle 21.00 a condurla il Direttore Responsabile Dott.ssa Vittoria Principe.

author