Imprese funebri: Carbone (SIFA), “il presidente De Luca recependo le nostre proposte garantisce la sopravvivenza di oltre 700 pmi con cinquemila posti di lavoro”.

“Le 700 piccole e medie imprese del settore funerario in Campania riconoscono al presidente Vincenzo De Luca il merito di averle ascoltate approvando in giunta regionale le proposte volte a garantire la loro sopravvivenza con un indotto di oltre cinquemila posti di lavoro”.
E’ quanto dichiara Giuseppe Carbone, a capo del Comitato spontaneo delle oltre 300 pmi campane del settore funerario, che lo scorso 28 dicembre diedero vita alla marcia su Napoli dei carri funebri, e che nel frattempo si sono riunite nell’Associazione SIFA (Sviluppo Imprese Funebri Associate) per “dare voce a chi opera con onestà in un settore delicato, quale quello funerario, soprattutto in Campania”.
“Con le modifiche approvate, come la tipologia del contratto di lavoro per i dipendenti delle imprese funerarie, – conclude Carbone – oltre l’80 per cento delle imprese funebri della Campania potrà continuare a svolgere la propria attività, a dare lavoro e ad evitare monopoli che avrebbero potuto condizionare il mercato del caro estinto a discapito delle famiglie dolenti”.
Il presidente della associazione SIFA, Giuseppe Carbone, ha intanto convocato per questo pomeriggio (ore 18,30) in un albergo di Nola (Napoli) l’assemblea generale di tutti gli associati.

author