La consigliera Pedà accende i riflettori sull’abbandono e degrado degli spazi a verde.

La consigliera Pedà del gruppo misto sbotta in commissione e bacchetta l’amministrazione e il settore Ambiente chiedendo che si effettuino maggiori controlli e si puliscono le aiuole della città.
“Oggi in Commissione Ambiente ho sollecitato l’Amministrazione, ad azioni più incisive nei confronti di tutti i soggetti privati che hanno preso in adozione un’aiuola”. Così in una nota la consigliera Pina Pedà che accende i riflettori sul verde pubblico a Benevento. Ripercorrendo l’iter dal 2007 con “Adotta un’aiuola” comprese le modifiche del 2013 fino alla abrogazione avvenuta nel 2017 dall’attuale amministrazione comunale che ha ulteriormente modificato l’art. 7 attraverso l’abolizione della possibilità di installare arredi nelle suddette aree a verde e nelle aiuole. Ciò che ho constatato di persona o attraverso la segnalazione di cittadini è lo stato di degrado di gran parte delle aiuole adottate che, invece, dovrebbero essere un fiore all’occhiello e un biglietto da visita per la città, collocate spesso in posizioni strategiche. Non mi pare giusto – rimarca Pedà – che si usufruisca di uno spazio “pubblicitario” di grande valore senza rispettare gli impegni presi, come accade invece in ogni città d’Italia dove ci sono analoghe iniziative. Finalmente aggiungiamo qualcuno che cammina con gli occhi alti in consiglio c’è e che si fa portavoce delle segnalazioni dei cittadini.

author