Paupisi: protesta dei fedeli parroco cancella processioni nelle contrade

Paupisi – don Pettenuzzo salva solo la processione del 13 Giugno

La parrocchia Santa Maria del Bosco di Paupisi ha reso noto il programma religioso dei festeggiamenti in onore di Sant’Antonio da Padova – Patrono di Paupisi – che vanno dal 31 maggio al 13 giugno, giornata appunto dedicata al Taumaturgo di Padova. Ma i fedeli, leggendo il programma religioso del giro che il Santo fa da anni nelle varie contrade, si sono ritrovati una sorpresina: non compare la processione di Sant’Antonio dalla Chiesa Maria Santissima di Pagani alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Bosco. Dunque, dopo moltissimi anni, il parroco don Raffaele Pettenuzzo ha cancellato la processione di Sant’Antonio che percorreva tutta la provinciale da contrada Pagani al centro di Paupisi e che ogni anno era attesa da tutta la comunità parrocchiale. Era un serpentone di fedeli che accompagnavano il Santo fino alla Chiesa Parrocchiale e che una volta arrivato in paese veniva salutato da fuochi pirotecnici, dall’accensione delle luminarie e da una folla immensa… Ma leggendo bene il programma religioso ecco un’altra sorpresa: non c’è traccia nemmeno della processione che va dalla chiesa di Santo Stefano alla Madonna di Pagani. Compaiono invece solo le intronizzazioni del Santo con la celebrazione della santa messa nelle varie contrade. Dunque nessuna processione dalle contrade, così come si faceva da sempre… da tradizione. É salva però la processione del giorno della festa, quella del 13 giugno, che fa il giro per le strade del paese. ‘Almeno questa non è stata tolta! – dice qualche fedele – Però fino al 13 giugno tutto può succedere: così come sono state cancellate le due processioni nelle contrade così può saltare anche quella del giorno della festa. In merito alle processioni diciamo che don Raffaele Pettenuzzo è alquanto allergico. Infatti per diversi anni aveva tolto anche la processione del venerdì Santo della Madonna Addolorata e di Gesù morto. Quest’anno però ha dato l’ok per farla ma purtroppo a guidarla non era un sacerdote. Questi comportamenti – dichiarano ancora – fanno allontanare ancor di più la gente dalla chiesa. Poi è inutile che ci si lamenta che le chiese sono vuote o che molti preferiscono altre parrocchie e altri sacerdoti. Infatti sono molti i paupisani che la domenica mattina vanno a messa al convento ‘Santa Maria della Strada’ alla Piana di San Lorenzo Maggiore oppure al Convento di Sant’Antonio a Vitulano o a Benevento. Beh il motivo è alquanto chiaro’. Naturalmente c’è molta delusione e rabbia in paese per queste decisioni del parroco … tradizioni che anno dopo anno vanno in fumo. Ricordiamo che don Pettenuzzo, appena arrivò a Paupisi, mise persino in discussione che Sant’Antonio fosse Patrono del paese, adducendo che non era scritto da nessuna parte. Ed invece c’era tanto di decreto con il quale si confermava ‘Sant’Antonio da Padova Patrono di Paupisi’. Un decreto che alcuni paupisani, proprio per protesta verso il neo parroco Pettenuzzo, esposero nei locali pubblici. Se in alcuni paesi il clima è rovente per le elezioni comunali del 10 giugno, a Paupisi il clima sarà rovente per i festeggiamenti del Santo Patrono.

Michele Limata

author