Presentata a Paupisi la 44° edizione della Sagra del Cecatiello Quest’anno un vero e proprio Festival dei Sapori e dei…saperi del Sannio

I sapori che fanno cultura e che divengono momento di sviluppo. Una sagra attrattiva che pone le basi per entrare addirittura, con le altre preziosità, all’interno di un percorso UNESCO. Insomma una scommessa per il futuro e per fare della terra sannita quella meta turistica e non solo cui da decenni si ambisce. Questi gli obiettivi emersi dalla conferenza stampa svoltasi presso il Comune di Paupisi alla presenza del consigliere regionale Mino Mortaruolo, del Sindaco Antonio Coletta, del presidente della pro loco Dario Orsillo.
La 44° edizione della sagra del cecatiello, si svolgerà i prossimi 25, 26 e 27 agosto a Paupisi. “Non solo sagra per buongustai – ha detto Orsillo – ma l’accoglienza di una comunità intera che spalancherà le proprie porte, illuminando il centro storico con botteghe artigiane, assaggi enogastronomici di qualità, per la prima volta il festival degli artisti da strada e murales espressione della nostra cultura attraverso una diversa chiave di lettura”
E ad avere le idee chiare anche il Sindaco Antonio Coletta:”La sagra è il punto di partenza di un percorso che vogliamo sviluppare con competenza, voglia di fare e giuste sinergie, come quelle con la Regione Campania. Siamo un comune solido che vuole valorizzare il proprio vissuto e dare vita a tutte le potenzialità possibili per sviluppo ed occupazione”
Ed il plauso della Regione Campania è stato convinto: “Queste sono le buone pratiche territoriali – ha rimarcato il parlamentare regionale Mino Mortaruolo – pratiche che valorizzano il nostro patrimonio paesaggistico, culturale ed enograstronomico. Le sinergie giuste che partono da una tradizione, quella del cecatiello, per arrivare a progettualità legate allo studio ed all’approfondimento del cecatiello stesso quale prodotto del grano, con la Università degli Studi del Sannio”.
Insomma non solo sagra, non mero divertimento, ma un progetto lungimirante ed interessante che guarda al futuro e che sposa i 3 livelli operativi in un unica forza: pro loco, amministrazione comunale, regione Campania.

VITTORIA PRINCIPE

author