Raffaele Del Vecchio: “Cultura, turismo, enogastronomia: il mio impegno per il Sannio”

Credo di poter dire di essermi guadagnato col tempo la credibilità giusta per proporre una svolta lungimirante e ambiziosa: negli anni in cui sono stato al governo del comune capoluogo, sono stati raggiunti dei traguardi in qualche modo storici per Benevento: il riconoscimento del complesso di Santa Sofia come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, lo sviluppo dell’incoming turistico (con un incremento di circa il 20% degli arrivi e delle presenze di visitatori in città, che ha trainato la ripresa del comparto in tutta la provincia), l’organizzazione di una serie di eventi culturali (dal Premio Strega a Città Spettacolo, da Riverberi ad Universo Teatro) che hanno animato la vita della nostra comunità dandole anche smalto, prestigio, autorevolezza nel panorama culturale nazionale.
Ma siamo stati sempre molto attenti anche allo straordinario patrimonio
enogastronomico della nostra provincia, convinti che una sua valorizzazione potesse rappresentare un traino non solo per lo sviluppo turistico del territorio, ma anche e soprattutto per la crescita del comparto produttivo da cui traggono origine le nostre eccellenze agroalimentari: vanno lette in questo senso tante altre iniziative, come il Congresso regionale di Slow Food ospitato al Teatro De Simone di Benevento, o il Forum Universale delle Culture, ospitato a Palazzo Paolo V e dedicato proprio al tema dell’alimentazione in un contesto di sviluppo sostenibile partendo da un altro asset patrimonio dell’umanità come la Dieta mediterranea. Ancora oggi restiamo convinti che nessun’altra città meriterebbe – come Benevento – di essere scelta come sede permanente dell’Enoteca Regionale Campana.
Con il vostro aiuto, il mio lavoro per Benevento sarà la base del mio impegno per il Sannio. Cultura, turismo, enogastronomia: le colonne portanti della nostra economia devono fare e, quando sarò eletto consigliere regionale, faranno da volano per un rinnovato progetto di sviluppo del Sannio e della Campania intera.
author