Vicenda Palazzo Mosti “ Sveglia! Nessun Dorma! E’ giunto il momento di dire BASTA!

In questa città tutti dormono o fanno finta aspettando che sia sempre l’altro a dire o fare. E così, ai piedi della Bella Dormiente del Sannio, tutti fermi ad aspettare le decisioni di Mastella che, sfogliando la margherita, sta decidendo se restare o andare via. Tutto in modo disinvolto a dir poco. Senza dar conto ad un Consiglio Comunale, senza dar conto ad una intera città, tutto a mò di proprietà personale. Se il comportamento politico del ceppalonese, trapiantato solo dopo le elezioni a Benevento, è da non portare come esempio verso quei giovani che si avvicinano alla politica, visto il silenzio sulla vicenda appare del tutto stucchevole il silenzio compiacente di tutte quelle forze sociali che restano in religioso silenzio. Vedi: Partiti di opposizione, Camera di Commercio, Sindacati, Comitati di Quartiere, tutti orfani di una amministrazione ma che al momento, aspettano le decisioni del ceppalonese. Solo qua e là qualche voce ma poi tutto tace. Pronti al solito chiacchiericcio da marciapiede, condannando ora questo ora quello. E cosa dire dei 5 stelle? Dovevano aprire le Istituzioni come una scatoletta, fatto salvo qualche scialbo comunicato tutto resta ferma al palo. Si, forse avranno anche sbagliato scatoletta, aprendola, sono uscite le sardine, ma almeno ci saremmo aspettati maggior impegno visto che sono nelle istituzioni.   E il Sindaco, pur restando nel rispetto della legge che gli consente di poter riflettere per 20 giorni, ha azzerato di fatto quella Democrazia Partecipata che è l’essenza della politica. Dove l’eletto si mescola con il cittadino e viceversa, dove il rapporto è basato sull’essenza della democrazia e sul totale coinvolgimento diretto dei cittadini. Altri concetti che, forse, seppur conosciuti dal Mastella, poi alla fine preferisce trincerarli dietro le normative vigenti in materia. Ma una domanda a tutte quelle persone (consiglieri) che egli ha definito “lillipuziani” oppure che lo tiravano per giacca, ora che li ritroverà in aula, come farà a continuare a governare con loro? Come li guarderà in faccia e viceversa? Avrà chiarito la sua posizione con altre Istituzioni? ( Dopo le dichiarazioni post dimissioni?) La città deve svegliarsi, tutti devono svegliarsi, senza poi lamentarsi se, nelle classifiche siamo sempre gli ultimi. Con una si fatta classe politica, cosa ci si può aspettare?. Giacomo Puccini scrisse “Nessun Dorma” celebre aria della Turandot, è il caso che tutti si destino per cercare di salvare questa città, a partire da chi l’ha amministrata, come Pietrantonio, Viespoli, Mazzoni, Verdicchio, Pepe, D’Alessandro, sveglia!!!!!!!!!!!!!!!!!!

author