Confindustria: far decollare il turismo. Domani se ne parla al San Vittorino

Sarà presentato domani 3 giugno presso il Complesso San Vittorino a partire dalle ore 15.00 i l secondo studio realizzato dal Centro Studio Confindustria Benevento in collaborazione con l’Università telematica Giustino Fortunato ed incentrato sul turismo e Titolato: “Il Sannio: da territorio a Destinazione”.
“Il Sannio vanta un cospicuo patrimonio storico-culturale – spiega
Filippo Liverini Presidente di Confindustria Benevento – basti
pensare alla Chiesa di Santa Sofia, patrimonio dell’UNESCO dal 2011 o
all’arco di Traiano, arco romano simbolo della città di Benevento. È
ingente anche la tradizione eno-gastronomica; ad esempio la
provincia di Benevento ha il più alto valore del comparto Wine in
Campania, senza dimenticare prodotti rinomati come il liquore Strega
ed i relativi torroni. Molti sono i fattori incidono sulla desiderabilità
complessiva di un’area geografica dal punto di vista turistico e ne
influenzano dunque la competitività; tra di essi certamente figurano
l’accessibilità, l’ospitalità e la sicurezza. Lo studio evidenzia che
l’accessibilità non costituisce un punto di forza per Benevento ed il
Sannio. La cultura dell’ospitalità va accresciuta ed ampliata
sviluppando nuove competenze e professionalità in ambito digitale in
funzione dei nuovi fabbisogni della domanda. I reati nella provincia di​
Benevento, già bassi in partenza se paragonati a quelli delle provincie
limitrofe, sono calati di circa l’1% in un anno.”
“Il primo obiettivo che abbiamo cercato di raggiungere con lo studio
che presenteremo il è quello di offrire una identità turistica chiara e
distintiva, fondamentale ai fini del riconoscimento da parte del turista
di Benevento come destinazione.
Per raggiungere questo obiettivo spiega Pasquale Lampugnale –
Presidente Piccola Industria Confindustria Benevento e Vice
Presidente con delega al Centro studi assume un ruolo
fondamentale il destination management vale a dire l’insieme di
decisioni finalizzate all’aumento dei flussi turistici di incoming.
Pianificazione, organizzazione, comunicazione e marketing appaiono
tutte funzioni determinanti per incidere sullo sviluppo del turismo. Tra
i dati più significativi l’aumento del 18,2% delle presenze che da
78mila circa nel 2016 si attestano a 92mila circa nel 2017 e
l’incremento del 13,6% degli arrivi sono che sono passati da 35.503
nel 2016 a 40.364 nel 2017. Essi mettono in evidenza l’enorme
potenziale dell’industria Turistica della provincia di Benevento che può
contare su veri e propri giacimenti fatti di arte, storia, bellezze
paesaggistiche ed enogastronomiche ed attrattori religiosi”

author