Si alza la polemica dopo le dichiarazioni di Mastella.

Dopo le dichiarazioni di Mastella rilasciate a La Repubblica dove alla domanda le manca il parlamento lui risponde così” Le manca il Parlamento? Ma no, c’è un livello così basso. Ovunque, sa. L’altro giorno è venuto da me il capogruppo di una lista che mi aveva sostenuto nella corsa a sindaco. Si lamentava della qualità dei consiglieri. “Con chi ho a che fare”, ripeteva. Gli ho detto: “E pensa che io, che ho trattato con Moro, Fanfani e De Mita, mo’c’ho a che fare con te”. Ecco che sia apre, come si poteva facilmente immaginare, la corsa alle poltrone e strapuntini, considerato che il Sindaco ha dichiarato solo qualche giorno fa di voler effettuare un rimpasto in giunta. La prima a rispondere al Sindaco Protempore Mastella (su un giornale online www.gazzettabenevento.it) è la Consigliera Giuseppina ( detta pina ) Pedà, eletta nel gruppo di mastella dove ne prese le distanze quasi subito aderendo al gruppo Misto, ed oggi transitata nel gruppo di Salvini almeno a mezzo stampa in quanto in Consiglio Comunale il tanto dichiarato senso di appartenenza alla Lega Nord ancora non è stato ufficializzato. Cosa da brividi per un meridionale. Forse si aspetta la venuta di Salvini per……studiare qualche …idea. Adesione al gruppo Salvini per un meridionale è passaggio assai complicato e difficile, basta ricordare quando lo stesso Salvini invitava sia l’Etna che il Vesuvio a “darsi na mossa”, e ancora quando diceva “ napoletani puzzolenti”. La Consigliera, non si meraviglia del fatto che la incompetenza la fa da padrona e nel ripercorrere le tappe delle sue scelte, chiarimento che le sta molto a cuore, invita Mastella ad effettuare un immediato avvicendamento in Giunta rincarando la dose con “ non si può più aspettare”. Pungola l’attuale assessore Del Prete rea di aver congelato l’iter della Biblioteca Comunale, bacchetta la macchina amministrativa che non è in grado di intercettare tutti i finanziamenti della Regione Campania. Ripercorre le tappe del suo isolamento all’epoca dei fatti della mensa. Una serie di analisi negative di questa Giunta e Consiglio che guarda caso emergono solo ora, Natale è vicino. Ma nello stesso tempo precisa che Lei in Consiglio Comunale ha votato tutti gli atti che vanno nella direzione del tanto richiamato “bene comune”. Insomma appare chiaro che da buon neofita cerca di lasciare…una porticina aperta. Natale è vicino”. Non avesse mai dichiarato Mastella a fine Anno, forse tra un “cardone e nà tozzele a bancone”, è mia intenzione effettuare un “rimpasto”. Nel clima natalizio si è più buoni, cordiali e disponibili, della serie “vengano signori vengano” in giunta c’è posto.

author